Tue. Sep 28th, 2021

Le auto elettriche ricevono un’etichetta A-ambientale di serie. In effetti, questo è strano, anche se è nel gancio in base ai codici. Ciò che non ha le emissioni di CO2 il jackpot, è così semplice. Ma ti chiedi cosa lo meritano.

Con un frigorifero mostra l’etichetta energetica come la cosa economica si occupa dell’energia. Nel sistema di etichettatura ambientale per le auto, l’economia relativa è stata finora la Clou, o il consumo rispetto ai concorrenti nella stessa classe. Quanto più favorevole della media distinta, più verde dell’etichetta. Abbastanza giusto, anche se potresti chiederti se quella strategia nell’elettricità si sentiva ancora. Più le auto plug premono la media delle emissioni in ciascuna classe, in modo che stia diventando sempre più difficile per le auto ad alta efficienza con un motore di combustione per segnare un’etichetta A.

Qualcosa è aggiunto Le auto elettriche consumano anche energia, una sostanzialmente più dell’altra. Poi puoi ancora caricare così tanto flusso verde alla moda dal sole e dal vento, l’energia è scarsa e la domanda di elettricità aumenterà esplosiva attraverso la transizione energetica. In modo che tu possa concludere che i clerpers onereno nuovo stile l’ecosistema come prima dei diesels puzza e gli AMG. L’attesa è nel momento in cui si conclude il governo; Poi potresti catturare quei consumatori neo-grandi come grandi inquinatori attraverso strumenti fiscali come BPM e MRB. Altrimenti faciliti l’inclinazione della crescita. E visto dai bicchieri dello stato del padre sembra una posizione di crankjorum.

Il Polestar 2, con un’etichetta, non è il venti percento più economico di altre auto della sua classe. È tranquillo del 25% rispetto a un ID.4 Volkswagen.4 e 60% UNCOZArd rispetto a un modello Tesla 3, che aumentiamo i concorrenti per comodità. Forse sarebbe stato, se il produttore non ha sufficientemente sforzato di ridurre il consumo, tutte le sue buone intenzioni potrebbero essere un po ‘cariche. Hyundais Mezzo dimenticato Ioniq, un’auto brillante, consuma 12 kWh per cento chilometri, ma non è ricompensato fiscalmente per il suo buon comportamento con un’etichetta A +++. Se il governo vuole stabilire un buon esempio, dovrebbe anche sterzare il mercato del plug-off con una notizia per quanto riguarda l’avviso ambientale che promuove l’acquisto di auto elettriche economiche con benefici fiscali associati. Confezione in Europa in modo intelligente, quindi il peso e la resistenza all’aria troppo alta sono davvero un problema e potremmo finalmente provenire da tutti i SUV troppo grandi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *